Diventa Club Sostenitore AILD

Dopo il successo della campagna 20/21 che ha consentito il finanziamento di due borse di studio per la ricerca e la formazione di 4 cani allerta diabete, è stata avviata la seconda campagna di raccolta fondi per l’anno 2022.
Obiettivo RICERCA € 30.000 per l’acquisto di una stampante 3D per il Centro di Ricerca sul Diabete di Perugia diretto dal prof. Riccardo Calafiore e Obiettivo PREVENZIONE € 32.000 per la formazione di 8 cani allerta diabete. Partecipa anche tu!

 

XXXI ASSEMBLEA NAZIONALE AILD – [EVENTO ANNULLATO]

La XXXI ASSEMBLEA NAZIONALE AILD del 15/1 pv in presenza viene rinviata a data da destinarsi avendo la Regione Umbria, causa Covid, vietato tutti i convegni o assembramenti di qualsiasi natura. Solo per la parte amministrativa inerente l’approvazione del bilancio l’assemblea si terrà in web conference e a tutti i soci sarà inviato il link per il collegamento alle ore 10,00 del 15/1/22. Un caro saluto a tutti. Mauro Andretta

Cani Allerta Diabete AILD – Da un progetto visionario fino alla Rai

Cani Allerta Diabete AILD

Da un progetto visionario fino alla Rai

 

La sinergia tra AILD e Progetto Serena ha reso protagonisti i Cani Allerta Diabete, un service Lions di caratura nazionale realizzato anche attraverso la reciproca promozione degli intenti e dei loghi delle due associazioni. Il riconoscimento del valore del servizio ai diabetici è culminato con ben tre servizi sulle reti nazionali RAI, “Mi manda rai tre”, “Elisir” e “A ruota libera”, che si sono succeduti durante i mesi di ottobre e novembre scorsi. Sotto le luci della ribalta, Elisa Dal Bosco con Jack, il suo cane allerta diabete, che indossa la pettorina con i loghi dei due sodalizi. Elisa e Jack saranno anche presenti alla XXXI Assemblea Nazionale AILD insieme al cinofilo Roberto Zampieri (fondatore e ideatore del Progetto Serena), che si terrà a Perugia il 15 gennaio 2022.

“Il progetto Cani Allerta Diabete – spiega il presidente dell’AILD Mauro Andretta – venne presentato la prima volta il 16 settembre 2018 a Bra, nel corso dell’Assemblea del Distretto 108 Ia3. La nobile iniziativa si prefigge di diffondere, a livello nazionale, l’impiego dei Cani Allerta Diabete nelle diverse attività di prevenzione poste in essere dall’AILD. L’unità di intenti con il Progetto Serena, ha visto sin da allora crescere l’interesse dei Lions italiani a supporto dell’originale metodologia di addestramento messa a punto da Roberto Zampieri con l’Università di Verona e ha dato il via alla firma del protocollo d’intesa dell’11 gennaio 2020 a Perugia. L’incontro con Giuseppe Daidone del LC Siracusa Eurialo e con il Distretto 108Yb del governatore Mariella Sciammetta (attuale presidente del consiglio dei governatori), ha rappresentato la pietra miliare di questo meraviglioso service a favore delle persone affette da diabete. Auspico adesso – continua Andretta – che tale solenne e concreto impegno, preso dai Lions siciliani, possa essere mutuato anche dagli altri 16 distretti Lions italiani, affinché ogni Club possa sentirsi orgoglioso di contribuire a supportare e partecipare attivamente alle indispensabili attività di prevenzione del diabete, ciascuno nel proprio territorio di competenza”.

Da allora l’AILD si è attivata per individuare in tutta la penisola Centri Cinofili da accreditare AILD-Progetto Serena e, soprattutto, per finanziare la “formazione” di cani allerta diabete in collaborazione con i Lions Club italiani, che stanno scoprendo sempre più la possibilità di effettuare opere concrete di solidarietà a favore di persone affette da questa patologia.

I primi quattro cani allerta diabete sono stati attribuiti alle regioni Veneto, Sardegna, Umbria e Puglia. Nel 2022 l’obiettivo è di raddoppiare le assegnazioni, anche attraverso il reperimento di risorse al di fuori del mondo Lions, coinvolgendo l’intera società civile.

Ufficio stampa AILD

 

“Il cammino dell’acqua – ALDO VILLANI”

Il Cammino dell’Acqua – ALDO VILLANI” nasce dalla volontà di coniugare la valorizzazione di un territorio e delle sue acque con i benefici del camminare. Ideato e donato all’AILD da Damiano Iulio (attivista per i diritti delle persone con diabete), il progetto è teso a realizzare un sentiero adatto a tutti predisposto e reso funzionale, in particolare, per le persone con diabete. L’obiettivo è quello di avvicinare il maggior numero possibile di diabetici all’attività fisica, dimostrando come sia possibile migliorare il proprio stile di vita; i muscoli attivati infatti contribuiscono a migliorare tutti i fattori metabolici e cardiovascolari. 

Il primo percorso “Il cammino dell’acqua” è stato presentato ed inaugurato lunedì 26 novembre 2018 presso le Piscine termali Theia, dove partono anche altri sentieri percorribili sia a piedi che in bicicletta. 

Il sentiero attribuisce risalto all’acqua, evitando ai camminatori, tra l’altro, anche di percorrere tratti asfaltati e tende a mettere in risalto quelle zone amene abbandonate e da riconquistare alla fruizione del turista, anche attraverso la valorizzazione dei siti storici talvolta presenti lungo il percorso e più in generale la riscoperta di flora e fauna autoctone. 

Il sentiero: “Il cammino dell’acqua – ALDO VILLANI” 

“Il Cammino dell’Acqua – ALDO VILLANI” (lunghezza km 7) è una “palestra a cielo aperto”, un percorso a disposizione di cittadini e turisti ed in particolare una proposta rivolta a coloro che hanno il diabete e problemi metabolici. Il percorso ha anche la finalità di educare “il cittadino con diabete” a prendersi cura di se stesso attraverso una cartellonistica specifica che pone in rilievo le informazioni basilari per il miglioramento della patologia. 

Lungo tutto il sentiero è posizionata una cartellonistica funzionale che riporta note utili per tutti coloro che si approcciano a questo percorso, utili informazioni per facilitare una corretta attività fisica in particolar modo il Nordic Walking, in particolare pensato, come detto, per le persone affette da diabete. Nella cartellonistica che si snoda lungo il percorso sono presenti, infatti, utili promemoria pensati ad hoc per le persone “diversamente glicemiche”, come misurarsi la glicemia dopo un tot di chilometri e il consiglio di assumere acqua. Il primo di questi cartelli è collocato all’inizio del percorso, gli altri a un km l’uno dall’altro. 

“Il Nordic Walking – afferma Damiano Iulio, istruttore di Nordic Walking – ovvero la camminata biomeccanicamente corretta con l’ausilio di bastoncini specifici è una attività aerobica a bassa intensità ritmica e ciclica ed è la più indicata tra le attività fisiche dagli specialisti in malattie del ricambio e, nello specifico, dai diabetologi italiani. I bastoncini, infatti, aiutano il corpo ad avere una maggiore spinta e una migliore propulsione sulla direzione del cammino, senza affaticare le articolazioni inferiori e coinvolgendo la parte alta del corpo, facilitando il movimento corretto del bacino e di “bascula”. L’oscillazione delle braccia in genere – conclude Damiano Iulio – non comporta l’uso dei muscoli addominali, ma attraverso la tecnica del nordic walking e il giusto utilizzo dei bastoncini, si rendono operativi questi muscoli centrali del corpo, attivando un’ossigenazione e i processi chimici ed energetici capaci di combattere l’insulino-resistenza”. 

“Il Cammino dell’Acqua – ALDO VILLANI”: gli obiettivi dell’AILD nel triennio 21/24 

L’AILD intende realizzare in ogni Regione Italiana, con il coinvolgimento delle amministrazioni comunali e di tutte le associazioni locali interessate, almeno un percorso volto alla valorizzazione, riqualificazione e fruizione di tratti lungo i fiumi, i laghi, il mare e le fonti termali particolarmente vocati al messaggio che l’AILD vuole lanciare sul fronte ambientale sull’importanza della preservazione dell’acqua quale elemento fondamentale della vita di ogni essere umano.